Sposarsi in Estonia: curiosità e tradizioni

sposarsi in EstoniaIn Estonia, i matrimoni in Chiesa non sono particolarmente popolari. Nel periodo prebellico le nozze venivano solitamente celebrate in casa e presenziate da un Pastore. La cerimonia era poi seguita da una festa.

L’abitudine di non sposarsi in Chiesa si è mantenuta fino ad oggi. La maggior parte delle coppie opta infatti per un rito civile, a cui segue un banchetto al ristorante o in qualche luogo caratteristico preso in affitto per l’occasione.

Per chi non può permettersi un aiuto economico da parte dei genitori, organizzare una festa di questo tipo può significare mesi e mesi dedicati al risparmio più totale. Proprio per questo motivo, chi viene invitato a un matrimonio ha in un certo senso “l’obbligo” di confermare la sua presenza il più in fretta possibile per evitare agli sposi inutili investimenti di denaro.

Per ciò che riguarda il tema “regali”, come in Italia, anche in Estonia c’è l’abitudine di creare una lista di nozze per permettere agli invitati di scegliere il dono migliore da offrire ai neo-coniugi.

Nel XIX secolo le cose erano decisamente diverse. Il giorno in cui abbandonava per sempre il tetto paterno, la sposa si sottoponeva a una sauna per poi raggiungere la casa del futuro marito. Tradizionalmente, la festa che si celebrava il giorno successivo – e che includeva anche la cerimonia – segnava l’inizio del matrimonio vero e proprio.

Il terzo giorno era invece dedicato ai regali. Gli sposi ricevevano i doni degli invitati e vi era anche uno scambio tra le loro reciproche famiglie, in segno di rispetto e per sancire la nascita del nuovo legame di parentela. I festeggiamenti, le danze e i giochi proseguivano, poi, il giorno successivo. Una tradizione molto diffusa e particolare era quella di non sposarsi nei periodi di luna calante, perché si pensava fossero di cattivo auspicio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>