La Cattedrale Alexander Nevsky a Tallinn

La Chiesa ortodossa  Alexander Nevsky appare ai turisti come uno dei simboli di Tallinn e non solo per gli innumerevoli gadget esposti nei negozi di souvenir o perché rappresentata nelle cartoline o nei dipinti. Situata sulla collina di Toompea, di fronte al Parlamento Estone (Riigikogu), venne fatta costruire tra la fine dell’800 ed i primissimi anni del secolo scorso su disposizione dello zar Alessandro III e intitolata al condottiero russo Alexander Nevsky che nel 1242 sconfisse in una celebre battaglia sulle rive del Lago Peipsi ( o Lago dei Ciudi)  le truppe dei Cavalieri dell’Ordine Teutonico. Lo stile architettonico è quello classico dei luoghi di culto ortodossi, con le imponenti cupole a forma di cipolla e le croci d’oro.

     

La Cattedrale Alexander Nevsky ha suscitato sentimenti diversi nella popolazione estone e in quella di origine russa. Per i primi evocava il simbolo dell’intreccio tra zarismo e potere sovietico, per i secondi un richiamo forte alle proprie origini, non solo sotto l’aspetto religioso.

Oggi resta questo vero e proprio capolavoro architettonico, realizzato dall’architetto russo Mikhail Preobrazhensky. L’interno, con le sue decorazioni, le iconografie e i mosaici, merita senza dubbio una visita.

Una risposta a La Cattedrale Alexander Nevsky a Tallinn

  1. gianni scrive:

    Tallinn è fantastica,Vanalinn, la città vecchia, completamente circondata da mura e torrette di guardia ti riporta indietro nel medioevo. Dalla Collina di Tompeea si gode di un panorama stupendo. Bellissima la piazza del municipio. Vale veramente la pena visitarla.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>